Fatture Elettroniche

1. Impostazione per produrre le fatture elettroniche correttamente.

a) Programma

Compilare i campi "Dettagli fiscale ditta" :

Entrare nella scheda "Dettagli Fiscale Ditta"

Campi "[A]" posso essere lasciati vuoti se l'invio/gestione delle fatt. elett. è gestito da voi direttamente.

b) IVA

Il campo "Codifica Fatt. Elett." deve essere impostato per tutti record attivi in nella tabella IVA, se percentuale IVA >0 impostare "imponibile" o scegliere N1, N2 ecc. se il percentuale IVA = 0

c) Paesi

Il campo "Codice Paese" deve essere impostato/controllato per tutti record attivi.

d) Scadenza pagamenti fatture (opzionale)

Impostare metodo pagamento e scadenza (se non viene impostato il default è "MP05" bonifico e "RD" rimessa diretta)

d) Clienti:

Compilare i seguenti campi in clienti : (NB: Clienti devono essere memorizzati in questa tabella per produrre le fatt. elettroniche correttamente)

 

2) Attivare in impostazione programma

3) Produzione fatture elettroniche

Sui conti oltre al solito pdf c'è ora anche la scheda "Fatt. XML"

Premendo "Fatt. XML" è possibile vistare la fatture elettronica in un formato per rendere facile la lettura e controllo:

Nella tabella "Documenti Fiscali" ci sono due colonne nuove:

Premi "Scarica" per scaricare la fattura elettronica.

Il secondo campo nuovo è il contattore per il progressivo dell'invio che può essere modificato dall'utente

L'ultimo n. dell'invio è visibile in fondo della pagina:

4) Note

a) L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un controllo in linea per le fatture elettroniche (funziona anche per le fatture private)

http://sdi.fatturapa.gov.it/SdI2FatturaPAWeb/AccediAlServizioAction.do?pagina=controlla_fattura

Consigliamo di impostare il programma, produrre e testare le fatture xml tramite questo strumento prima dell'inizio del prossimo anno. Eventuale errori fanno riferimento ai campi nel file xml, eventualmente scaricare questi file per avere informazioni dettagliate sui campi:

i) http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/sdi/fatturapa/v1.2/Rappresentazione_tabellare_del_tracciato_FatturaPA_versione_1.2.pdf

ii) http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/sdi/fatturapa/v1.2.1/Rappresentazione_tabellare_del_tracciato_FatturaPA_versione_1.2.1.xls

b) Il campo "Indice PA o Codice SDI composto di sei numeri/caratteri per le enti pubbliche o sette numeri/caratteri per il codice SDI (ditte e persone private). Se viene usato il PEC per l'invio (solo per privati) il codice SDI deve essere "0000000" se è una ditta estero il codice SDI deve essere "XXXXXXX". Per Indici PA e ditte estere non è necessario compilare il PEC. Controllare comunque con vs. commercialista

c) Effettuando la registrazione sul portale https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/ è possibile inviare le fatture elettroniche (file xml) generati dal programma. Il sistema messo ad dispozione dell Agenzia di Entrate è descritto cliccando qui. Esistano comunque altri alternativi ed è vi conigliamo di discutere e concordare con vs. commercialista il metodo migliore per gestire l'invio e ricezione delle fatture elettroniche.

d) Se una fattura è scartata (per errori) e necessario ovviamente correggere e modificare il campo "Progressivo invio xml" e rimandare.

e) Solo dal prossimo anno sarà possibile "rigenerare" la fatture per correggere eventuali errori. (Non è possibile ristampare la stessa fattura sul cartaceo al momento se non è l'ultima).

f) Righe descrittive non sono previste nelle fatture elettroniche è sarrano ignorati, per eventuale note il campo "Note" nel programma è collegato con il campo "Casuale" nella fatture elettroniche  (unico campo disponibile per eventuale note/descrizione)

 

g) Potrebbe necessario abilitare l’accesso alla tabella Scadenze, in quel caso entrare in profili utenti:

Scegliere “Modificare accessi…”

Modificare il record indicato in “Leggere, scrivere e cancellare: